DI ANNA LISA MINUTILLO
ANNALISA MINUTILLO
Sonodiciotto le condanne chieste dalla Procura di Roma al processo sulla P3. Tra le altre si evidenziano quelle per il senatore Denis Verdini e l’uomo d’affari Flavio Carbone, che risulterebbero coinvolti nel presunto comitato segreto che voleva influenzare e condizionare gli organi costituzionali. La proposta dei pm Rodolfo Sabelli e Mario Palazzi sono quelle di nove anni e sei mesi per Carboni, quattro per Verdini, otto e sei mesi per l’ex giudice tributarista Pasquale Lombardi.
Una richiesta di condanna è stata avanzata anche per l’imprenditore Arcangelo Martino. I quattro sono accusati di associazione per delinquere e violazione della legge Anselmi sulle società segrete. Secondo l’accusa, Carboni, Martino e Lombardi sarebbero stati i promotori del sodalizio, mentre per Verdini , che all’epoca dei fatti ricopriva il ruolo di coordinatore di Forza Italia, si sarebbe adoperato per il gruppo essendo consapevole del legame esistente tra Carboni, Martino e Lombardi.