DI PAOLO BROGI

PAOLO BROGI

In agosto era morta Marianne. Ora lui. Lui le aveva scritto un’ultima lettera: “Ti ho sempre amata per la tua bellezza e la tua saggezza, ma non serve che io ti dica di più poiché lo sai già. Adesso, voglio solo augurarti buon viaggio. Addio vecchia amica. Amore infinito. Ci vediamo lungo la strada”. E’ il messaggio di saluto che Leonard Cohen ha scritto a Marianne Ihlen, la donna che incontrò negli anni Sessanta nell’isola greca di Hydra, di cui divenne amante e che ispirò al cantautore canadese So long, Marianne e Bird on wire…. E Marianne è morta…Come Suzanne Rotolo, pochi anni fa, per Bob Dylan l’indimenticabile ragazza di Freewheelin… E ora Leonard. Ti avevano fatto nascere a Montreal, tuo padre ebreo polacco, tua madre ebrea lituana. Dance to the end of life…