DI SALVATORE OCCHIUTO

SALVATORE OCCHIUTO

Nella terra del “Re della Pioggia” per antonomasia, Ayrton Senna, il campione del mondo in carica Lewis Hamilton vince il Gp del Brasile sotto un diluvio. Quando la competizione diventa dura, i fuoriclasse emergono sempre. Ora il britannico attende la sfida decisiva di Abu Dhabi che deciderà il titolo 2016. Domenica 20 novembre la corsa senza appello che chiuderà una delle più belle stagioni degli ultimi anni. Un altro secondo posto per il tedesco Nico Rosberg che vede svanire un sogno che sembrava quasi realtà. Un vincitore c’è comunque sulla pista di Interlagos. La scuderia Mercedes che ha stradominato il circus come non accadeva dai tempi della Mc Laren di Ron Dennis con Senna e Prost, a fine anni ottanta. L’outsider Verstappen si conferma piazzando la sua Red Bull in terza posizione. Ennesimo disastro Ferrari. Non più notizia ma triste consuetudine. Schianto di Raikkonen e testa coda di Vettel quinto dopo un recupero tra pozzanghere, buche, safety car, vento, sorpassi. Ora spazio al duello anglosassone delle “Frecce d’Argento” che nel deserto incoronerà il re delle monoposto di Stoccarda.