DI PAOLO BROGI

PAOLO BROGI

Quinto giorno di proteste anti-Trump negli Usa.Hanno sfilato tra l’altro oltre che a New York, Chicago e Los Angeles, anche a Philadelphia, Miami, Dallas, Washington, Denver, Seattle, Las Vegas e Baltimora,
A Portland, in Oregon, dove un uomo è stato ferito a colpi di arma da fuoco, ci sono stati 19 arrestati. A Las Vegas sette persone sono finite in manette per aver bloccato il traffico in Las Vegas Boulevard durante la manifestazione. Il cuore delle proteste contro il presidente eletto è stato New York dove circa 15.000 persone si sono riunite a Union Square per marciare verso la Trump Tower, il quartier generale del prossimo inquilino della Casa Bianca che continua ad essere super-blindato.
A Chicago, diverse migliaia di persone sono sfilate per la strada inneggiando slogan come “No all’odio. No alla paura. I migranti sono benvenuti”. A Los Angeles centinaia di manifestanti si sono riuniti al MacArthur Park per marciare verso il centro della città. MacArthur Park è stato il centro delle proteste degli ultimi giorni. Quasi 200 persone sono state fermate dopo essersi rifiutati di obbedire all’ordine di disperdersi intimato dalla polizia