DI SALVATORE OCCHIUTO

SALVATORE OCCHIUTO

La sicurezza era stata uno dei temi principali della campagna elettorale della scorsa primavera in occasione del rinnovo del Comune di Milano. Un’emergenza che è rimasta tale, soprattutto dopo il grave accoltellamento nel quartiere multietnico di Via Padova avvenuto sabato sera. La vittima, deceduta oggi, era stata probabilmente coinvolta in un regolamento di conti tra gang rivali. Un’azione criminale verificatasi nell’ora di punta dello shopping, considerando che la zona è limitrofa a Corso Buenos Aires. “Chiedo al governo il dispiegamento dell’esercito”. La richiesta del Sindaco Giuseppe Sala si materializza durante la visita della Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini nell’estrema periferia, a Quarto Oggiaro. Sala spera che la conclusione del Giubileo possa facilitare l’invio di reparti delle forze armate nel capoluogo lombardo. Una soluzione che, oltre a garantire il contrasto della criminalità, ha un preciso indirizzo politico, ossia sottrarre al centro-destra l’iniziativa in materia. Anzi il primo cittadino sottolinea l’utilizzo populista-demagogico della questione da parte della Lega che ricorda che fu la giunta Pisapia a rinunciare all’operazione “Strade sicure” lanciata dall’allora Ministro della Difesa Ignazio La Russa. Un pieno sostegno alla proposta di Sala è stato invece espresso dalla Regione Lombardia attraverso la dichiarazione dell’Assessore al Territorio Viviana Beccalossi (FdI-An).