DI ANNA LISA MINUTILLO
ANNALISA MINUTILLO
Nicola Cosentino, ex sottosegretario del Pdl, è stato condannato a nove anni di carcere e all’interdizione perpetua dai pubblici uffici per concorso esterno in associazione camorristica. La decisione arriva dal tribunale di Santa Maria Capua Vetere. “E’ una sentenza che non mi convince, la valuteremo”, sono le parole di commento pronunciate dall’avvocato Agostino De Caro, uno dei difensori di Cosentino. L’ex deputato non si trovava in aula al momento della lettura della sentenza.
I giudici hanno escluso inoltre l’ipotesi del riciclaggio, riguardanti il presunto cambio da parte di Cosentino degli assegni bancari consegnatigli da emissari del clan. L’ipotesi era ricompresa in quella principale di concorso esterno.