DI FLAVIA PERINA
flavia perina
Nella Giornata europea per la protezione dei minori contro l’abuso sessuale, in Turchia l’Akp, il partito del premier Erdoğan, presenta un disegno di legge che depenalizza la violenza sessuale sulle minori di 15 anni, se l’atto è avvenuto in modo “consensuale” (ma quale consensualità può esprimere una bambina?) e il suo autore accetta di sposare la vittima. L’interrogativo all’Europa è politico e pragmatico, non moralistico: conviene ancora fare accordi con un governo che opera attivamente per la regressione tribale dei suoi cittadini e delle sue istituzioni?