12799310_10208766976279943_7902824934377021730_n
di Pippo Gallelli
Compie 60 anni, il prossimo 20 novembre, Mary Cathleen Collins, in arte Bo Derek, sex simbol cinematografico degli anni settanta – ottanta grazie alle conturbanti sequenze di un film cult: “10” di Blake Edward. Era il 1979 e la giovanissima Bo  nella pellicola “tramortiva” Dudley Moore, quarantenne in crisi esistenziale, apparendogli in spiaggia con un costume che ne esaltava il fisico mozzafiato, armata di un sorriso magico incorniciato da treccine bionde che divennero subito moda. Quell’apparizione stregò il mondo causando tumultuose tempeste ormonali nel pubblico maschile. “10” non è passato alla storia come capolavoro della cinematografia mondiale ma lanciò l’ex modella che fino allora si era fatta notare, a soli 17 anni, nel film “L’Orca assassina”, nel quale l’affamato cetaceo, noncurante dell’ avvenenza dell’attrice, le divorava una gamba. Bo in realtà prima di “10” era conosciuta nello star system e dalle cronache del gossip  per la relazione con l’attore John Derek, di cui prese il cognome nel 76 dopo il matrimonio. Derek era 30 anni più grande di lei e per la giovane modella aveva lasciato scandalizzando tutti Linda Evans, attrice sulla cresta dell’onda e considerata tra le star più belle di Hollywood. Bo, poi, all’inizio della relazione aveva appena 16 anni, cosa che costrinse la coppia a trasferirsi per un po’ di tempo in Germania per evitare guai con la giustizia americana. Il successo planetario di “10” candidò Bo Derek a icona assoluta degli anni 80, il mito della sua bellezza ha resistito al tempo, ma le cose andarono diversamente da come tutti si aspettavano: l’attrice restò intrappolata nella sua stessa immagine e da scelte produttive sciagurate. I film che seguirono furono dei flop clamorosi e lei, non certo assistita da un grande talento da attrice, collezionò diversi Razzie Awards, i premi assegnati negli USA ai peggiori attori: una sorta di Oscar all’incontrario. “Bolero Extasy”, il film che nel 1984 doveva rilanciarla diede il colpo di grazia alle sue ambizioni: fiasco catastrofico ai botteghini e, manco a dirlo, premio Razzie del decennio, ossia peggior film degli anni 80. Da allora le sue apparizioni si sono diradate e concentrate per lo più in produzioni per la tv come CSI Miami. La Derek ebbe comunque un sussulto interpretativo con “Amore al cioccolato” , film televisivo nel quale finalmente la critica apprezzò la sua recitazione. Per la cronaca, il suo “mito”, sempre intatto nel nostro Paese, l’ha portata a recitare in Italia “Sognando la Californa”, commedia disimpegnata firmata dai fratelli Vanzina, con Massimo Boldi e Nino Frassica tra gli interpreti. Ultimamente è apparsa anche nella nota fiction “L’onore e il rispetto” con Gabriel Garko. Per gli amanti nel gossip Bo Derek è attualmente legata all’attore John Corbett, noto al pubblico come protagonista maschile de “Il mio grosso grasso matrimonio greco”. L’amato compagno di una vita, John Derek, al quale l’attrice è stata legata per 22 anni, è morto di infarto nel 1998.

bo-derek-418644