DI CHIARA FARIGU

CHIARA FARIGU
Il maltempo torna a colpire l’Italia con forti precipitazioni soprattutto in Friuli, Emilia Romagna e Toscana causando l’esondazione di alcuni rivi e diversi allarmi della Protezione Civile per il livello dei fiumi. In Toscana è stata proclamata l’allerta arancione per rischio idrogeologico su gran parte della Regione. Sotto stretta sorveglianza il fiume Ombrone, il più importante dopo l’Arno.
Situazione di pre-allerta anche nel bolognese per il fiume Reno che ha superato il livello di soglia 2 in vari punti del suo corso. Ma è la Sicilia meridionale ad essere seriamente presa d’assalto da violenti nubifragi che hanno messo letteralmente in ginocchio Licata (Agrigento) in seguito ad un alluvione lampo. La precipitazione è stata violentissima (150 mm di pioggia nel giro di 3 ore) la città è andata in tilt, cantine, negozi e garage allagati, auto sommerse da oltre 70/80 cm di acqua. Molte le strade completamente fuori uso e chiuse al traffico. Disagi pesantissimi per i cittadini e danni al momento difficili da calcolare. Il fiume Salso a rischio esondazione.  Il sindaco ha invitato tutti a non uscire di casa poichè sono previste nuove perturbazioni ed ha emanato l’ordinanza per la chiusura delle scuole.
E purtroppo le previsioni per tutto il weekend non accennano a migliorare.

L'immagine può contenere: spazio all'aperto