12799310_10208766976279943_7902824934377021730_n

 

di Pippo Gallelli

Juve in campo contro il Pescara dopo la pausa nazionali e con tutte le insidie che presenta una partita, almeno sulla carta, dal destino già segnato. Allegri mette in campo una formazione che guarda al decisivo impegno di Siviglia: in campo  Neto, Asamoah, Hernanes e Rugani. Risparmiati Buffon, Pjanic, Marchisio, Chiellini e almeno inizialmente Cuadrado, costretto però ad entrare al posto di Lichtsteiner che ha accusato problemi fisici. La cronaca del primo tempo è abbastanza scarna: la Juve ha il controllo del campo ma non si rende particolarmente pericolosa negli ultimi sedici metri. Il Pescara di difende con tutto l’organico ma cerca ogni tanto di pungere e in effetti al 23° Caprari sciupa l’occasione del clamoroso vantaggio. Al 36° però, nell’unica occasione del primo tempo, la Juve passa con Khedira. Sponda di Mandzukic per il tedesco che di esterno destro la mette con precisione nell’angolo opposto. Anche la ripresa ha ben poco da raccontare perché il Pescara non scende praticamente in campo. Gli abruzzesi si sfaldano e la Juve spadroneggia. Al 7° Higuain prende il palo, dopo un clamoroso errore in disimpegno di Cristante. E’ il prologo al raddoppio che arriva al 18°: stavolta è Khedira, su un cross da sinistra, a fare da sponda di testa a Mandzukic che liberato in area segna a botta sicura. Passano sei minuti ed è Hernanes a segnare il terzo gol con una gran tiro di destro dalla distanza. Finalmente applausi per il Profeta allo Stadium. Il resto è accademia se non per l’attesissimo esordio del promettentissimo Kean il primo calciatore nato nel nuovo millennio, precisamente nel 2000, a giocare in Serie A. Fuori Mandzukic Test poco probante per la Juve contro un Pescara che nel secondo tempo è stato davvero poca cosa. La Juve però l’ha superato in scioltezza in attesa dell’importantissima sfida spagnola di Champions. Note positive per Allegri da Asamoah e soprattutto da Hernanes, il migliore in campo. Questa è davvero una notizia come l’esordio di Kean, ma diamo il giusto tempo al talentuoso ragazzo di crescere.Juve temporaneamente a + 7 dalla Roma in attesa delle partite di domenica.