DI VINCENZO PALIOTTI
PALIOTTI
Il Napoli è ritornato a vincere battendo l’Udinese 2 a 1 al Friuli con una doppietta di Insigne che così rompe il digiuno che risale alla scorsa stagione. Sarri ha rinunciato ancora a Jorginho preferendogli Diawara, che lo ha ripagato con una buonissima gara. Mertens utilizzato anche stasera come “falso nove”, Gabbiadini fermato questa volta dall’influenza, non era neppure in panchina. Infine Sarri ha rinunciato al rilancio di Albiol utilizzando come centrale ancora Chiriches. Una partita non bella. specialmente nel primo tempo,  che non ha offerto spunti degni di cronaca né dall’una né dall’altra parte con i due portieri praticamente inoperosi. Il Napoli non è mai entrato nell’area di rigore friulana ed il primo tiro in porta si annota al 34° con Mertens ma fuori misura. Le poche azioni offensive dei friulani non hanno mai creato eccessivi grattacapi al Napoli anche perché i friulani si sono sempre trovati un ottimo Koulibaly sulla loro strada. Nella ripresa il Napoli è partito più deciso e dopo appena due minuti Insigne, sfruttando la prima vera azione offensiva dei partenopei, ha messo in rete un cross di Callejon portando gli azzurri in vantaggio. Il Napoli ha insistito e, sempre con Insigne ha sfiorato il raddoppio prima con un tiro a botta sicura del napoletano che incocciava la traversa e poi sparando alto da buonissima posizione. Il raddoppio si è concretizzato pochi minuti dopo, è stato quello il periodo migliore della squadra di Sarri. Su un’azione che si è sviluppata ancora sulla destra cross Callejon ha crossato ed Insigne, sfruttando un maldestro rinvio di Felipe ha messo in rete da pochi passi, 2 a 0. L’Udinese ha tentato qualche sortita ed in una di queste ha riaperto la partita. Su calcio d’angolo Perica ha eluso la sorveglianza dei difensori napoletani mettendo in rete di testa. Dopo il gol l’Udinese ha cercato il pareggio ma senza convinzione, ma anche perché la difesa del Napoli non ha più concesso nulla alla squadra di Del Neri. Il Napoli ha gestito bene il resto della partita portando a casa meritatamente i tre punti, importanti per la classifica ma soprattutto per il morale. Nella ripresa Sarri ha sostituito Hamsik con Zielinsky, Insigne con Giaccherini e Mertens con El Kaddouri. Sarri evidentemente ha pensato alla prossima partita di Champions in programma mercoledì al San Paolo contro la Dinamo Kiev che potrebbe sancire il passaggio a secondo turno della squadra napoletana.
L'immagine può contenere: 1 persona , spazio all'aperto