DI MANUELA PALERMI

MANUELA PALERMI

Mi capita, leggendo i giornali o ascoltando la Tv, di farmi spesso qualche risata. Ieri non è successo. Ieri, ascoltando Renzi che prometteva a chi vuole investire al Sud di non fargli pagare neanche una lira di contributi, sono rimasta senza parole, impressionata di fronte alla distribuzione di tanta ricchezza che non c’è. Poi, neanche cinque minuti dopo, Berlusconi dichiarava a Radio Rtl: “Di leader veri nella politica di oggi ce n’è uno solo, si chiama Matteo Renzi”, dando così il benservito finale a Salvini e Parisi. Ma soprattutto sputtanando definitivamente il povero Matteo, e cioè l’uomo convinto di essere stato eletto all’unanimità dagli italiani. Per ultimo stamane vengo deliziata da un articolo di Feltri, Scrive che il paese è tripolare oggi, mentre tornerà bipolare domani (nel senso comune domani è il 5 dicembre) perché comunque vada Renzi e Berlusconi faranno un partito assieme e non ci sarà più trippa per gatti.
La politica politicante in Italia è ridotta ad un museo degli orrori. Meno male che non ne beccano una. Saranno sommersi da una montagna di NO e da squillanti spernacchiamenti.
Dicono i piddini che con il Si vanno a casa tutti quelli che per 50 anni non hanno fatto le riforme. Ignoranti. Bugiardi. Io ne ricordo una del 1970, quando la parola riforma significava ancora progresso e diritti e non il contrario, una in piena sintonia con la Costituzione, lo Statuto dei lavoratori, quello dove c’era l’articolo 18 che Renzi ha cancellato. E infatti grazie al governo dei piddini sono ripresi alla grande i licenziamenti senza giusta causa, è diminuita l’occupazione, non si rinnovano più i contratti, il lavoro è fatto di voucher, altra controriforma di Renzi che non è altro che la legittimazione del lavoro nero. Come si chiamava il jobs act? Ah, sì, il contratto a tutele crescenti…. sono talmente cresciute le tutele da farci ripiombare nel lavoro nero. Talmente cresciute che nella logistica Abd Alsalam, che scioperava per i diritti, è stato ucciso. Talmente cresciute che malgrado la sentenza della Consulta il governo dei piddini s’è rubato i soldi che spettavano ai pensionati. Talmente cresciute che da quinta potenza industriale l’Italia è diventata una desertificazione industriale.

Risultati immagini per IL PERCORSO DI RIAVVICINAMENTO TRA RENZI E BERLUSCONI