DI PAOLO BROGI

PAOLO BROGI

Accozzàglia s. f. [der. di accozzare]. – Turba confusa di persone spregevoli (Treccani).
Segnalo il termine usato da Matteo Renzi, nella sua duplice qualità di premier e segretario di un importante partito italiano, a quanti nel fronte del Sì dal medesimo capeggiato lamentano toni da rissa e insulti. Non ho sentito nessuno di loro stigmatizzare l’uscita di Renzi. La trovano spiritosa? Beh, in effetti, non si sono neanche accorti dell’eletta schiera in cui militano, a fianco di banchieri, faccendieri, esportatori di capitali all’estero ecc ecc. Che termine dobbiamo usare per il fronte del Sì?
Accozzaglia. Contro la Legge Truffa, nel 1953, non si batterono solo comunisti e socialisti. Contro il premio di maggioranza e l’apparentamento di socialdemocratici, liberali, repubblicani più Svp intorno alla Dc si batterono anche le destre dell’Msi e del Partito Nazionale Monarchico. Questo era il clima parlamentare riportato allora da Gianna Preda, cronista di destra: “Nei giorni della epica battaglia Ugo La Malfa è stato preso a sganassoni da Lussu; Meuccio Ruini, che ha sostituito il presidente Paratore dimissionario, è stato colpito da una tavoletta di legno divelta dalle iraconde mani del compagno Menotti; i senatori Angiolillo e Casadei sono stati malmenati e presi a calci nel sedere; il socialdemocratico Mazzoni, corso in aiuto della comunista Adele Bei, è stato da costei preso a sberle…”.
Chissà come Matteo Renzi definirebbe quel fronte del No di allora? Accozzaglia?
I modernisti vogliono modernizzare il paese. Come? Con un nuovo sistema che consentirà a una forza di maggioranza relativa (anche col 25%) di avere la maggioranza assoluta e poter decidere la qualunque grazie al fatto che avrà da confrontarsi con una sola camera in cui, sempre grazie all’Italicum vivo e vegeto, avrà la maggioranza.
Ringrazio i modernisti del Sì per questo esemplare avanzamento del paese verso i nuovi lidi del modernariato dispotico e augurando loro buona giornata comunico che io voterò convintamente No

https://i2.wp.com/www.ilgiornaleditalia.org/resizer/450/350/true/UpkPfA5XLjinPSj4k3tskKMRuqEQJe0uGRtc1QtqiR8=--de_luca_renzi.jpg