DI SALVATORE OCCHIUTO

SALVATORE OCCHIUTO

Strali velenosi e furenti del Ministro delle Finanze tedesco Wolfang Schaeuble nei confronti dell’Ue. Un attacco veemente che avviene non a caso il giorno dopo l’annuncio della quarta candidatura di Angela Merkel alla Cancelleria. Probabilmente un modo per attirare l’attenzione, considerando che tra i due i rapporti sono sempre stati tesi. Dopo le elezioni del settembre 1998 fu Schaeuble a succedere ad Helmut Kohl alla guida della Cdu. Ma nel 2000 Angela Merkel da lui nominata Segretario Generale del partito lo scalzò dalla leadership approfittando dello scandalo dei fondi neri. Merkel prese due piccioni con una fava scaricando il suo mentore politico Kohl e il rivale Schaeuble. Pertanto lo scontro con Bruxelles è un preciso calcolo di natura politica. Schaeuble ha rispedito al mittente le raccomandazioni della Commissione di aumentare gli investimenti perchè da anni infatti il bilancio della Germania consente tali misure. “Hanno sbagliato paese, si preoccupino invece di monitorare le nazioni che oltrepassano i parametri di Maastricht”. Questa la dichiarazione ufficiale rilasciata alle agenzie di stampa.“L’Ue si occupi del surplus tedesco che crea problemi a tutto il continente dove siamo stati lasciati soli nel fronteggiare la crisi dei migranti“. Immediata la replica del premier Renzi.