DI GIANFRANCO MICALI

GIANFRANCO MICALI

Si parla del terribile calo nelle vendite dei giornali in edicola. Qualcuno , oltre all’eccessiva linea filogovernativa della grande stampa, lamenta l’assenza dei reportages di una volta. “Costano troppo”, giustificano. Eppure, no. Basterebbe parlare con i medici per misurare la temperatura del Paese, e trovare incredibili spunti per soggetti cinematografici, a metà tra il neorealismo e la commedia all’italiana. Al posto dell’affamato cliente di una volta che entrava in un ristorante, ordinava e poi scappava per non pagare il conto, adesso ci sono pazienti i quali, necessitando di una visita specialistica a pagamento fingono di aver dimenticato il portafogli, escono e si dissolvono nel nulla.In qualche ambulatorio è accaduto addirittura che , dopo un leggero intervento chirurgico, uno se la sia data a gambe fuggendo dalla finestra del bagno a pianterreno. Un altro ancora si è volatilizzato addirittura dalla clinica con i tamponi nel naso, dopo un intervento di rinoplastica.
Ho ascoltato per caso questi racconti, e quel che più mi ha colpito, favorevolmente, è stato ascoltare come quei medici giustificavano tali comportamenti, pur dannosi nei loro confronti: “Era gente che se la passava davvero male. Ormai sono moltissimi coloro che rinunciano alle cure, a cominciare dall’impossibilità di pagare i ticket troppo costosi …”.
Ma non preoccupiamoci. Matteo Renzi e Mariaele Boschi hanno la bacchetta magica. Bastaunsì perché cambino verso, e comincino a usarla….

Noi , che alle bacchette magiche e ai cambia verso, non abbiamo mai creduto, diciamo:
NO NO NO NO NO.

referendum-no2