DI ALDO MADIA

aldomadia

A cinque anni dall’uccisione e dallo scempio di Muhammad Gheddafi a Sirte il 20 ottobre 2011 fa orrore il video pubblicato da qualche sito in cui si vede Gheddafi che viene violato con un bastone e poi ucciso con un colpo alla tempia da un ragazzo con una pistola d’oro, spogliato, calpestato e martoriato dai ribelli. Ora, in parte della Libia crescono ripensamenti, rimpianti e torna la voglia di Jamahiriya, ‘lo Stato delle masse’.

http://www.remocontro.it/2016/11/22/nel-caos-libia-gheddafi-non-solo-un-rimpianto/