DI DANIELA SANSONE

Daniela Sansone
La visita del presidente degli Stati Uniti Barack Obama in Grecia è stato un forte messaggio di sostegno per il paese, per il governo e per i nostri sforzi diretti a portare il paese fuori dalla crisi, ha dichiarato il primo ministro Alexis Tsipras durante il suo discorso al gruppo parlamentare di SYRIZA. Ma con la visita di Obama è stato anche inviato un forte messaggio di sostegno alla democrazia, ai diritti individuali in un periodo minacciato dal crescere dei nazionalismi. Attualmente,secondo Alexis Tsipras, si sono aperti due scenari: da un lato la crescita dell’ estrema destra populista e dall’altra la messa in discussione del modello dominante dell’ austerità da parte di alcuni governi europei, con le dichiarazioni di Matteo Renzi, la relazione della Commissione europea, le relazioni del Primo Ministro della Francia, ma anche la critica portata dal presidente Obama durante la sua visita. In questo contesto, si inseriscono anche le dichiarazioni di alcuni esponenti della tecnocrazia europea come il presidente dell’Eurogruppo, che sottolineano la necessità di chiudere la valutazione e spianare la strada alla regolazione del debito. Secondo Tsipras, nessuno in Europa dovrebbe avere più interesse a perpetuare ancora la crisi greca e si è detto fiducioso che la seconda valutazione si chiuda il 5 dicembre ma ha sottolineato, al contempo, la volontà politica di non accettare misure illogiche: uno dei punti cardine di questa fase è il ripristino della contrattazione collettiva. Tsipras ha anche sferrato un attacco al leader di ND Mitsotakis che ha sempre difeso le posizioni più estreme degli istituti di credito e dei datori di lavoro, sostenendo che il suo atteggiamento è indicativo di una chiara strategia che si chiama “quarto memorandum”. ND cerca il fallimento dei negoziati, del dibattito sul debito, l’esclusione del paese dal programma della BCE. “Il piano di Mitsotakis è quello di guidare il paese in un vicolo cieco per portarlo al 4 ° memorandum e gettare la responsabilità sugli altri. E nessuno ha dubbi su cosa conterrà questo Memorandum”. Tsipras ha detto che “la valutazione si chiuderà e molto presto avremo indicazioni positive per il debito. Questo obiettivo spegne anche la speranza di ND di vedere chiusa la “parentesi della sinistra” al governo.