DI PIO D’EMILA
pio d'emilia
Da piccolo sono stato un paio di volte a Cuba, dove mio zio era ambasciatore. E ricordo – erano gli anni ’70 – che Fidel usciva spesso per strada, si accendeva il sigaro e si metteva a parlare con la gente. Non ricordo altri “ditattori” capaci di questo. I “dittatori” hanno sempre finito per distruggere il loro paese, spesso finendo per “regalarlo” alle potenze straniere. Fidel, dopo aver liberato il suo paese dalle potenze straniere, lo consegnato al popolo. Pur tra mille errori e doverose critiche, penso che ci siano stati pochi leader, al mondo, colti, capaci, efficaci e generosi come Fidel.

fidel2