DI VANNI ZAGNOLI

VANNI ZAGNOLI

Là dietro vanno molto piano, per questo l’Udinese non dovrebbe avere problemi a salvarsi, ma i 10 punti dall’Europa league non sono più rimarginabili e allora l’obiettivo diventa migliorare il 13° posto dell’ultimo Guidolin, evitando la 4^ stagione negativa di fila. Solo una volta in questo campionato non ha subito gol, a Cagliari ne incassa due eppure meritava il pari. Una rete e due pali al Sant’Elia sono un discreto bottino, perchè in casa i sardi hanno lasciato solo un punto alla Roma e 3 (con 5 gol) alla Fiorentina. La prima mezz’ora è di noia, a parte lo slalom da sinistra di Thereau con assist a Fofana, che sbaglia. La tattica dell’Udinese è premiante, più propositiva rispetto alla versione Iachini, con limitazione del talentuoso Di Gennaro, ex Padova, e i rossoblù timorosi per le 4 sconfitte in 5 gare. Finchè Padoin passa davanti alla difesa e Farias si libera in area: ottiene il triangolo da Borriello e anticipa l’uscita di Karnezis; il portiere greco lo stende e lo stesso brasiliano trasforma il rigore. La reazione bianconera è condotta da Widmer, fra i migliori esterni della serie A, alla 4^ stagione a Udine, solo il capitano Danilo è più fedele: l’elvetico rientra da destra, calcia da una dozzina di metri e Storari oppone i piedi. Alla ripresa Karnezis salva su Farias, di nuovo lanciato da Borriello. L’1-1 arriva sulla conclusione di Thereau dal limite, ribattuta, la palla ai 22 metri per Fofana, il destro in diagonale è leggermente deviato dal friulano Padoin e si insacca. Il francese ex Manchester City aveva già sorpreso con la doppietta a Palermo. Quando l’Udinese pensa di poterla vincere, riemerge l’inadeguatezza di Ali Adnan sulla sinistra, già evidenziata a Reggio Emilia con Iachini, del resto l’iracheno è adattato, come esterno. Lancio di Nicolò Barella, vicecampione d’Europa con l’under 19, l’ex Isla traversa all’indietro e Sau gira di tacco, alla sua 100^ presenza in A: fanno 28 gol, 3 in stagione. Rastelli pensa a difendere il vantaggio, dopo le tante goleade, inserisce Bittante per Di Gennaro, alzando Isla a centrocampo. I bianconeri replicano con il palo di Thereau da fuori, complice la deviazione di Bruno Alves con un polpaccio. La partita resta aperta, Penaranda per Zapata migliora l’Udinese, che però non riesce a riprenderla. A 10’ dalla fine Karnezis respinge il sinistro ravvicinato di Borriello, smarcato da Farias. Il brasiliano ex Padova staffetta poi con Giannetti, sbocciato nel Cittadella. L’ultima occasione è per Penaranda, destro sul palo da lontanissimo, con deviazione di Storari. Il venezuelano di 19 anni viene dal Granada, non più di proprietà della famiglia Pozzo. Serviva il suo primo gol in A per evitare la sconfitta. Serve di più dai vari Wague e Kums, Jankto, Matos e Perica.