DI LUCA BILLI
luca-billi
Francamente trovo ipocriti quelli che solo adesso, a sinistra, si scandalizzano per quello che dice Vincenzo De Luca, perché De Luca era De Luca molto prima di Crozza. Io non l’ho mai amato, nemmeno quando militavamo nello stesso partito, nemmeno quando stavamo nella stessa corrente di quel partito. Eppure allora De Luca era utile, portava voti al partito – e in Campania era necessario sconfiggere Berlusconi – portava voti alla corrente – e quei voti ai congressi servivano ad arginare Bassolino. E abbiamo per troppi anni fatto finta di niente, non ci siamo chiesti come facesse ad avere tutti quei voti. Ai molti giornalisti che adesso stigmatizzano indignati le frasi di De Luca vorrei chiedere di andare a scartabellare nelle edizioni dei loro stessi giornali di vent’anni fa. Troveranno articoli enfatici sul “modello Salerno”, lodi a quel sindaco che rappresentava allora, nel racconto agiografico di molti di loro, un modello che tanti avrebbero dovuto seguire. Pochi allora avevano dei dubbi. Personalmente credo che la crisi del partito in cui io ho militato e che si è infine suicidato, diventando il pd, sia cominciata propria allora, quando troppe volte abbiamo girato la testa dall’altra parte di fronte ai vari De Luca che crescevano nel Mezzogiorno – e non solo – e che si stavano creando un partito nel partito. Magari voi non lo ricordate, perché era un tema che appassionava solo alcuni di noi, ma allora ci interrogavamo sulla forma-partito, su come dovesse essere un partito politico in una società come la nostra. Allora evidentemente non risolvemmo il problema, perché i partiti si sono dissolti, ma personaggi come De Luca hanno trovato una loro soluzione, crearsi il “loro” partito e quel partito territoriale metterlo in gioco alle elezioni, ai congressi, farlo pesare nelle occasioni importanti. E poi, come i satrapi nell’antica Persia, far pagare dazio, come quando obbligò Letta a prenderlo al governo. Poi, siccome la volgarità paga in questa società volgare, De Luca fa il volgare, anche al di là di quello che effettivamente è, perché De Luca è efficiente. A De Luca serve il potere perché il potere alimenta il suo potere.
de-luca