DI SALVATORE OCCHIUTO

SALVATORE OCCHIUTO

Una vera e propria epidemia di origine asmatica ha colpito l’Australia. Si sono registrati oltre 8.000 casi con picchi di ricoveri negli ospedali. Purtroppo anche sei morti. La cosiddetta “asma da temporale” presenta febbre, attacchi d’asma, sintomi di debolezza e colpisce adulti e bambini. Un fenomeno già verificatosi nel lontano 1987. L’estate in Australia è alle porte. Come in Argentina e Sudafrica infatti le stagioni in Oceania ha un ciclo alterno rispetto all’Europa, essendo posta sotto la linea dell’equatore. La fine della primavera è stata condizionata dalla diffusione del polline. Medesima situazione che si riscontra alle nostre latitudini nel mese di maggio. Nel maggio australiano, da noi novembre, si è riscontrata un’anomalia in quanto pioggia e vento hanno causato la frammentazione del polline di loglio, le cui particelle allergeniche provocano disturbi respiratori.