DI STEFANO FASSINA

STEFANO FASSINA

È grave e preoccupante la strumentalizzazione fatta dal Presidente del Consiglio e dalla Ministra Madia della bocciatura da parte della Corte Costituzionale di alcuni decreti attuativi della “sua” legge delega.
Che c’entra il rinnovo del contratto degli statali con una sentenza che ribadisce, come ampiamente previsto, i poteri delle Regioni?
Dopo tre anni di insulti ai fannulloni, il governo prospetta a quattro giorni dal referendum lo sblocco del contratto degli statali.
Ora, alla carota si aggiunge il bastone con un ricatto a lavoratori e lavoratrici dei ministeri: votate si al referendum oppure nessuno sblocco del contratto.
Siamo di fronte a una deriva pericolosa che si aggraverebbe con la vittoria del Si.

Risultati immagini per IL NO DELLA CORTE COSTITUZIONALE AL GOVERNO RENZI E ALLA MINISTRA MADIA