DI ALESSANDRO GILIOLI

ALESSANDRO GILIOLI

Ho appena parlato al telefono con un noto sondaggista.
No, non preoccupatevi, non violo il silenzio sulla diffusione delle rilevazioni.
Ma non lo violo per una semplice ragione: il presidente dell’istituto Tal dei tali è sgusciato alle mie domande come un’anguilla intinta nell’olio.
Bravissimo, davvero,
Tutto un “gli scenari sono molteplici”, “le indicazioni paiono difformi”, “le variabili si stanno intrecciando”.
Ma non è che non me li voleva dare, i famosi numeri.
È proprio che ormai i sondaggisti hanno una paura fottuta di fare brutte figure. Quindi parlano tipo sibille cumane: Ibis redibis non morieris in bello, a seconda di dove metti le virgole.

Risultati immagini per Si AVVICINA LA DATA DEL 4 DICEMBRE REFERENDUM COSTITUZIONALE E I SONDAGGISTI NON SI SBILANCIANO