DI ITALO MOSCATI

LO RICORDO, LO VOGLIO RICORDARE FELICE, CON LA BELLISSIMA FRANCA FALDINI. SI AMAVANO. TOTO’ ERA UN UOMO DI GRANDI SENTIMENTI E L’HO CONOSCIUTO….Era un poeta e altre sue composizioni sono affiorate proprio nei giorni saturi delle commemorazioni. Io sono affezionato ad una della sue poesie più struggenti e profonde: “Tu si ‘a cchiu bella”. Per il mio film italiano “Concerto italiano” l’ho usata nel punto in cui, dopo aver mostrato i disastri che devastano la grande bellezza del nostro Paese, ho inserito un brano della poesia diventata canzone grazie alla straordinaria esecuzione di Giuni Russo. La canzone, dalle parole e dai sapori di Napoli, l’ho fatta passare sulle immagini smaglianti delle Dolomiti (che “tremano” per il loro destino e la loro bellezza), come un controcanto: tu sì a cchiù bella… Totò suggeriva i meravigliosi corpi delle donne e la canzone svegliata il rapporto, lo umanizzava, lo caricava di sentimento. Durante questo passaggio nella proiezione in un’arena di Alghero affollatissima mi sono voltato a guardare il pubblico. Fu una scarica di emozione: il pubblico, specie le donne, ascoltava rapito e gli si inumidivano gli occhi. Ecco la mia dedica a Totò, nei giorni delle rimembranze e degli amori per gli artisti sensibili che il nostro Paese ha avuto. Compresa Franca Faldini, la bella ragazza che sposò il comico aristocratico, che mi ha raccontato le ultime ore del suo uomo che la mano cercare la sua, per baciarla. E’ un racconto eccezionale che ho inserito in un libro in cui dei due eccezionali personaggi cerco di narrare fatti e sensazioni inedite. Concludo queste righe con delle scuse agli amici di Rai 2 che mi avevano telefonato per chiedermi di partecipare a una puntata per parlare di Totò, ma ero in un viaggio da cui non avrei potuto tornare in tempo. Ciao Antonio detto Totò, ciao Franca…una gran signora

Risultati immagini

Annunci