DI CRISTINA GIUFFRIDA

C’è una discarica, in mare aperto, di problemi in Italia e c’è chi dice che lavorare la domenica sia motivo di “disgregazione familiare”.
Non so se sia mancanza di fantasia o troppa fantasia quella che muove Di Maio in questa “cristiana” solidarietà alla famiglia del mulino bianco (peraltro inesistente)
C’è bisogno di pane e lavoro e ci dicono che report è il problema.
Contro report si sono mobilitati anche gli argonauti..
Crollano i ponti, crollano le case, si spaccano i muri, si infossano le macchine per strada e c’è sempre chi dice: “cercare il responsabile”.
Ovvero, c’è sempre un ministro che non è mai responsabile di niente e che cerca il capro espiatorio.
Siamo ad un passo dalla guerra e le forze (chiamiamole) “politiche” internazionali sono impegnate su fronti elettorali egocentriche edoniste.
Il cozzolone coreano ed il bananone americano si stanno scaldando le dita, che pare giochino alla play station da quanto sono imbecilli e pericolosi ed il mondo che fa?
Boh..
C’è un vuoto culturale che al confronto il centro della terra è un buchino sui pantaloni, e viene l’orchite leggendo che la De Filippi attacca Morgan: “Non getti fango sul programma”.
E c’ha ragione c’ha..
Un programma come Amici è ricettacolo di fango, credo che abbia voluto dire: “il contenitore è pieno”.
Di una cosa non ci si può lamentare: non manca niente e ce n’è per tutti i gusti.
Come in una gelateria..
Advertisements