DI MANUELA PALERMI

Ogni volta che escono i dati ISTAT, viene confermato quel che diciamo da quando Monti, inviato dalla UE in Italia, fu prontamente accolto da Napolitano, Pd e tutti gli altri presenti in Parlamento: diciamo che la politica dell’ austerita’ e la moneta unica vanno bene per un solo Paese, la Germania, per gli altri sono una sciagura. I dati ISTAT confermano che l’Italia e’ un paese ridotto in poverta’ e quindi non in grado di dare occupazione, sviluppo e benessere. L’Italia si e’ svenduta il patrimonio produttivo con le privatizzazioni per ubbidire alla UE, s’e’ svenduta salari, diritti, pensioni, sanita’, scuola…. colpa del capitalismo mai sazio che governa la UE, certo. Ma soprattutto colpa di tutti quei partiti che siedono in parlamento da anni illegittimamente e impediscono di andare alle elezioni: partiti che si dicono di sinistra o di centro o di destra e sono solo servi del grande capitale finanziario.
Annunci