DI MARCO ERCOLI

La Corte di Cassazione conferma la pena di 16 anni per naufragio colposo della Costa Concordia a Francesco Schettino . Il pg Francesco Salzano aveva richiesto di inasprire la quantità degli anni comminati in Appello. “È stato un naufragio di tali immani proporzioni e connotato da gravissime negligenze e macroscopiche infrazioni delle procedure” che non è possibile concedere le attenuanti all’ex comandante che deliberatamente “non inviò il segnale di falla all’equipaggio per far scattare l’ammaina scialuppa e mettere subito in salvo i passeggeri”. Subito dopo la sentenza Schettino si è costituito a Rebibbia. “Sono Francesco Schettino. Sono qui per costituirmi spontaneamente, fatevi mandare l’ordine di carcerazione”. Queste le parole di Francesco Schettino, riportate dal suo avvocato, Saverio Senese, appena arrivato alla portineria del nuovo complesso del carcere di Rebibbia dopo la sentenza della Cassazione. “Si è costituto un minuto dopo la lettura della sentenza”, ha aggiunto Senese.

Annunci