DI MANUELA PALERMI

Accade in due piccole frazioni della provincia di Cuneo, Roata Canale e Spinetta. La parrocchia deve ospitare 24 migranti richiedenti asilo ed ecco che appare un cartello, non si sa da chi scritto, che dice testualmente: “Questa è una minaccia, noi i negri non li vogliamo”.
Corrado Lauro fa il medico, lavora nel reparto di Chirurgia Generale dell’ospedale Santa Croce di Cuneo. E’ probabile che gli sia già capitato di leggere cartelli simili, che abbia già visto in azione il razzismo. Fatto sta che non ce la fa più. Il dottor Lauro ha un profilo facebook e decide di usarlo per una buona causa. Annuncia che non presterà le sue cure verso gli autori del cartello e verso tutti coloro che la pensano in quel modo. Perché quel cartello, scrive, “è di un razzismo e di un’intolleranza inaccettabili”.
Pare che il suo profilo sia ora pieno di post. Alcuni d’accordo, altri indignati. Noi non abbiamo trovato il post del dottor Lauro, ma da qui gli mandiamo la nostra piena e convinta solidarietà.

Risultati immagini per IL DOTTOR LAURO  CONTRO IL RAZZISMO IN PROVINCIA DI CUNEO

Annunci