DI LUCA SOLDI

image

Più che De Bortoli, l’affaire Boschi sembra in mano di un altro uomo, Federico Ghizzoni, ex ad di Unicredit al quale, secondo quanto scritto da Ferruccio de Bortoli nel suo ultimo libro, Maria Elena Boschi avrebbe chiesto di “occuparsi” di Banca Etruria.
È lui che avrebbe dovuto aiutare la ministra “comprando” Etruria.
Ma e’ lo stesso Ghizzoni che con una sua dichiarazione potrebbe liberare dalla spada di Damocle la sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio.
Allo stesso tempo potrebbe dare il colpo di grazia all’ex ministra contro la quale si sono accaniti rivali politici, prestigiosi editorialisti e quel ch’è peggio falsi compagni di cammino.
Ed invece Ghizzoni mosso non si sa bene quale spirito ha fatto la scelta meno scontata, quella di trincerarsi in un silenzio che lascia spazio ad un mare aperto di considerazioni.
L’unico cenno della sua presenza sulle scenario e’ stata così una nota nella quale faceva sapere che “preferisce al momento non rilasciare alcuna dichiarazione”.
Ma questo silenzio non lascia indifferenti, non è assolutamente equidistante.
E’ essenzialmente una ammissione verso quella colpa che la stessa Boschi fatica a nascondere.
Ma chi è Federico Ghizzoni: nasce nel 1955, si laurea in giurisprudenza all’Università di Parma, iniziando a lavorare nel mondo bancario nel 1980 in una filiale di Piacenza del Credito Italiano. Ricopre l’incarico di direttore di filiale a Trieste nel 1988 e Seriate nel 1990. Queste esperienze lo mettono in luce e lo fanno approdare, nel ’92, alla Vice Direzione Generale dell’ufficio di Londra e poi alla Direzione Generale dell’ufficio di Singapore. Scala all’interno del gruppo i ruoli al vertice fino a quando viene nominato, il 30 settembre 2010, amministratore delegato di Unicredit quale successore di Alessandro Profumo. Ma il 24 maggio 2016, una cocente crisi del gruppo lo porta a rassegnare le dimissioni dalla carica di amministratore delegato di UniCredit, sostituito dal 30 giugno 2016 da Jean Pierre Mustier.
Le sue dimissioni erano arrivate dalle sollecitazioni di alcuni soci non disposti più a credere in lui. Adesso a quasi un anno dal passo indietro ecco di nuovo riapparire Ghizzoni sulle pagine dei giornali con l’accostamento alla ex ministra Boschi. Per lui sono di nuovo ore complesse.
Ma il suo ruolo più distaccato potrebbe permettergli di fargli prendere quella decisione ancora non maturata ed allora le parole scritte da De Bortoli assumerebbero un significato più concreto.

image

 

 

Annunci