DI ENNIO REMONDINO

https://alganews.wordpress.com/

Attacco hacker mondiale: virus “Wannacry” chiede il riscatto. Il ‘ransomware’ minaccia di rendere inaccessibili i file sul computer. Attaccate centinaia di organizzazioni e aziende, dal Servizio Sanitario Nazionale inglese alla compagnia spagnola Telefonica, fino al governo russo.
Un “ransomware” lanciato su decine di migliaia di computer. Chiede soldi in Bitcoin, incognita l’origine. Pagamenti in corso, rischio truffa. Colpita anche l’Italia

«WannaCry», nome sintesi e nome simbolo: wanna cry, voglio piangere. Computer inchiodati ovunque, dalle strutture sanitarie pubbliche inglesi ai computer di FedEx, ai server della telco spagnola Telefonica. Una schermata che dice “i tuoi dati saranno perduti per sempre se non paghi un riscatto di 300 dollari”.
Questo l’effetto di Wannacry, il nome dell’attacco informatico che ha colpito numerose organizzazioni e aziende in diversi Paesi del mondo, con Russia, Ucraina e Taiwan tra i bersagli più colpiti.
Decine di migliaia di attacchi contemporanei. Il “malware” non ha ancora un’origine nota. Ma secondo alcune ricostruzioni, per lanciarlo sarebbe stata usata una ‘cyber arma’ dell’Nsa, lo spionaggio informatico Usa, che è stata trafugata dal gruppo hacker ‘Shadow Brokers’.
Le invenzioni delle spie per rubarci informazioni rubate alle spie poco accorte.

CONTINUA SU:

http://www.remocontro.it/…/pirateria-informatica-attacco-m…/

Annunci