1. DI CHARLOTTE MATTEINI
  2. https://alganews.wordpress.com/
  3. L’obbligo vaccinale non è incostituzionale, esisteva fino al 1998, quando venne abolito dall’allora ministro della Sanità Rosi Bindi di concerto con l’allora ministro dell’istruzione Luigi Berlinguer, i quali sostanzialmente sancirono l’impossibilità di rifiutare l’iscrizione a scuola ai bambini non vaccinati. E anche allora medici e pediatri protestarono contro la decisione, sostenendo che permettere l’iscrizione a scuola anche di bambini non vaccinati avrebbe precluso il raggiungimento delle soglie minime di copertura vaccinale necessarie.
  4. Dichiarò Bindi all’epoca: “Non é stato assolutamente abolito l’obbligo della vaccinazione. E’ stata semplicemente individuata una procedura differente da parte delle scuole che non possono piu’ rifiutare l’iscrizione a quei bambini che non presentano un certificato di vaccinazione”.
  5. ”Da un punto di vista amministrativo dovranno comunque essere le scuole ad acquisire i certificati di vaccinazione presso le Asl, e questo snellisce le procedure’. Saranno le scuole a dover segnalare alle Asl coloro che non hanno prodotto il certificato di vaccinazione, proprio perché dobbiamo monitorare e sorvegliare il numero di coloro che non intendono vaccinarsi, perché una volta superata una certa percentuale che oscilla dal 2 al 5% dovremmo reintervenire per rendere quest’obbligo assolutamente stringente per tutti”.
  6. In caso di potenziale pericolo, sarebbe stato necessario “reintervenire per rendere l’obbligo assolutamente stringente per tutti”, mi pare chiaro.
Annunci