DI PAOLO BROGI

Rifiuti: la Raggi è indifendibile, certo. Però questo Pd che si mobilita per togliere la monnezza dov’era quando i ristoratori, su input dell’Ama, hanno cominciato a depositare nelle strade di Roma i loro rifiuti indifferenziati?
Abbiamo oggi una giunta che si riempie la bocca di fantomatica raccolta differenziata.
Ma anche prima, a parole, si varavano delibere per i rifiuti zero e nei fatti si è consentito poi questo schifo serale nelle vie del Centro Storico. Cosa che ho avuto occasione in passato di contestare anche all’assessora della giunta Marino, Estella Marino…
La sostanza è che l’Ama continua a operare come sempre. Non si rispetta il Contratto di servizio, non si rispetta il regolamento della Polizia Municipale, non si rispetta l’ordinanza antiratti del Commissario Tronca, non si rispetta un bel niente…
Il risultato è la città nel suo Centro Storico ridotta a una pattumiera su strada, con i sacchi di indifferenziata alla mercé di gabbiani, ratti ecc. Sarebbe assai semplice modificare questa situazione che non richiede interventi chissà quali: basta fare il porta a porta anche con i ristoratori. Perché non lo si è fatto ieri (col Pd) e non lo si fa oggi con i Cinquestelle?
Annunci