DI FRANCESCO ERSPAMER

Appena ottenuta la nomination del partito repubblicano battendo candidati molto più a destra di lui quali Ted Cruz, Trump ha radicalmente sterzato a destra, alienandosi sia i moderati che la sinistra populista, che pure non aveva grandi simpatie per Hillary Clinton e lo aveva guardato con interesse. Adesso Macron, ottenuta la presidenza grazie ai voti delle anime belle della sinistra, ha sterzato a destra nominando un primo ministro che piace a liberisti e conservatori. Come mai? Perché la destra fa paura, anche quando perde; mentre la sinistra non fa più paura a nessuno, abbandonata la sua rabbia e rinnegata una tradizione di lotta (pietà l’è morta cantavano i partigiani) a favore di un’ideologia e di una retorica del perdono che la spinge a offrire l’altra guancia senza neppure credere che alla fine ci sia un Dio a punire con giustizia e rigore i soprusi e la malvagità.

Risultati immagini per MACRON  NOMINA NUOVO PRIMO MINISTRO

Annunci