DI VANNI CAPOCCIA

Se una persona in Italia va in giro con un coltello fuori legge quel coltello dovrebbe essere sequestrato. La persona giudicata e multata o condannata in base alla legge.
Non capisco cosa c’entri da parte della Cassazione, trovatasi a giudicare la richiesta di un indiano Sikh che voleva portare con sé un coltello per lui sacro, affermare che “è essenziale l’obbligo per l’immigrato di conformare i propri valori a quelli del mondo occidentale, in cui ha liberamente scelto di inserirsi”.
Ma cosa c’entrano i valori. Un magistrato deve emettere sentenze in base alla legge non ai valori. Gli unici valori cui deve sottostare sono quelli scritti nella Carta Costituzionale non quelli del “mondo occidentale”.
Mondo occidentale dove, tra l’altro, ci sono paesi come gli Stati Uniti nei quali è consentito alle persone di girare tranquillamente armate. E a nessuno, compreso al magistrato della Cassazione che ha emesso la sentenza, passerebbe per la testa di pensare che quelle persone non siano conformate ai valori occidentali.
Annunci