DI ENNIO REMONDINO

https://alganews.wordpress.com/

Coincidenze. Siria, alternanza tra speranze di pace e denunce di orrori. Gli Usa accusano Assad di esecuzioni di massa, e di corpi cremati per cancellare ‘prove’ di sterminio. Foto satellitari declassificate dal Dipartimento di Stato Usa.
Ripartono oggi in Svizzera i colloqui di pace delle Nazioni Unite. Nella capitale kazakha Astana le premesse agli accordi per la fine del conflitto

Nuove accuse di crudeltà contro il regime siriano di Bashar al-Assad dal Dipartimento di Stato Usa. Perplessità per la coincidenza delle rivelazioni con una tornata importante delle trattative Onu a Ginevra. Il governo siriano, accusa Washington, starebbe procedendo a esecuzioni di massa di migliaia prigionieri nel carcere militare di Saydnaya, a 30 chilometri da Damasco.
Le impiccagioni, accusa la diplomazia statunitense, avvengono a un ritmo di una cinquantina al giorno. Per cancellare le prove dello sterminio, all’interno dell’istituto di pena un edificio è stato modificato per essere adibito a crematorio, come mostrerebbero foto statellitari declassificate diffuse dal Dipartimento di Stato.

CONTINUA SU:

http://www.remocontro.it/…/siria-accuse-usa-sterminio-sull…/

Annunci