DI ENNIO REMONDINO

https://alganews.wordpress.com/

La nuova Via della Seta è partita da Pechino durante il “Belt and Road Forum for International Cooperation”, dichiara il presidente cinese al termine della due giorni di lavori. 68 i Paesi e organizzazioni hanno firmato l’accordo di cooperazione di tutte le parti coinvolte nell’ambizioso progetto sulla connettività di Asia, Europa e Cina.
Xi: 14,5 miliardi di dollari lungo la Via della Seta

La ‘Nuova via della Seta’ oggi, perché per noi europei prima fu Marco Polo a percorrerla. Un mezzo per promuovere “pace e prosperità”, ha affermato il presidente cinese Xi Jinping, aprendo i lavori del “Belt and Road Forum for International Cooperation”.
L’accorto presidente cinese, ha più volte ripetuto che il nuovo progetto “non vuole interferire” con le vicende interne dei Paesi coinvolti -ed c’era la Corea del Nord presente, il giorno dell’ultimo missile lanciato- ma occasione generale di sviluppo. Risorse per decine di miliardi di dollari, di cui 14,5 miliardi dedicati al ‘Silk Road Fund’.
Nuove risorse per favorire la connessione tra Asia, Europa e Africa. “Dobbiamo costruire una piattaforma di cooperazione aperta e riaffermare e rafforzare un’economia mondiale aperta”, ha aggiunto il presidente davanti alle diverse centinaia di partecipanti tra cui 29 capi di Stato o di governo.
E ‘America first’ isolazionista di Trump dovrà fare i conti con l’asse Asia Europa ritrovato.

CONTINUA SU:

http://www.remocontro.it/…/05/15/la-via-della-seta-marco-p…/

Annunci