DI FABIO BALDASSARRI
Una mia nota uscita su Alganews il 12 scorso col titolo IL TRANQUILLO DE BORTOLI E LA BOSCHI INFURIATA, concludeva così: “… ciò che a noi interessa di più, in questo momento, è l’attenzione a quei ‘poteri forti (o quasi)’ di cui l’informatissimo de Bortoli, che come sappiamo a lungo li ha frequentati, scrive portando particolare attenzione alle debolezze del sistema creditizio nazionale. Riguardo a quest’aspetto, aggiungerei che sarebbe meglio leggerlo nel suo insieme il libro perchè (essendone autore non certo un bolscevico esagitato – scusate se rido – ma un giornalista sobrio e misurato), potrebbe preludere a qualcosa di più degli effetti polemici dovuti a una singola voce dal sen sfuggita.”
Ebbene: quel qualcosa in più, dopo lo scoop de Il Fatto Quotidiano che ha pubblicato brani di una intercettazione di Renzi che parla, furbescamente ma un po’ agitato, dello scandalo Romeo/Consip col padre Tiziano (la ritroveremo con maggiori dettagli nel libretto di Marco Lillo che giovedì sarà in edicola) pare si stia avverando. Leggete l’articolo di Angela Mauro ripreso dall’Huffington Post (il cui link troverete citato a piè di pagina) e, in attesa di nuovi sviluppi, ve ne farete facilmente un’idea.
Neppure la De Mauro, che come noto è stata sempre comprensiva nei confronti di Renzi (e in questo caso prova a trovare deboli giustificazioni nelle presunte illegalità dei due autori), stavolta nasconde i dubbi e le preoccupazioni che stanno prendendo corpo, giorno dopo giorno, nell’entourage renziano: le stesse preoccupazioni, cioè, che secondo la giornalista, dopo la Boschi renderebbero furioso ‘i’ bomba’. Per quanto riguarda il Lotti, invece, per ora: non pervenuto. Dunque, non lo si può negare, quanto sta avvenendo prelude a un epilogo che forse sarebbe prematuro vaticinare, ma appare sempre più ravvicinato e inglorioso.
In bocca al lupo Italia!
Cit.: http://www.huffingtonpost.it/…/intercettazioni-renzi-furi…/…
Annunci