DI SERENA IANNICELLI

1993, fatto bene. La sera delle monetine ero a cena in un ristorante di via dell’Oca, a Roma. Era il compleanno di un mio amico socialista e al tavolo c’erano anche vari craxiani di fama. Arrivò, ritardatario, un collega e ci riferì delle monetine al Raphael. Fu un attimo: i craxiani tutti a ridere e a darsi di gomito. Ero fuori da quello che a me pareva umanamente un dramma, ma fu una grande lezione: mai fidarsi di chi ti applaude per 40 minuti di fila. Il Psi aveva molte correnti non craxiane che reagirono in modo più composto. Sono ancora convinta che fu una barbarie in assoluto, ancor più fetente da parte di chi da Craxi era stato miracolato. E comunque avercene, oggi, di politici come lui. Il valore degli uomini si vede anche dal valore dei suoi avversari

Annunci