DI LEONARDO MASELLA

L’attacco neocons a Trump si fa pressante. Ieri il Washington Post accusava Trump di aver passato informazioni segrete ai russi. Oggi il New York Times accusa Trump di aver chiesto all’ex direttore FBI di non indagare su Flynn e sul cosiddetto Russiagate. Lo si capisce o no che quel che da fastidio di Trump non è il razzismo o il maschilismo, ma la sua posizione di cooperazione pacifica con la Russia ? Infatti quando fece quel bombardamento della base militare siriana, i soliti commentatori liberal italiani (alla Paolo Mieli per intenderci) dissero che quella era l’unica cosa buona fatta da Trump. E’ quello il problema principale: se l’Occidente deve aprire una fase di cooperazione pacifica con la Russia o proseguire e accentuare una guerra fredda. Non vogliono rassegnarsi al fatto che il dominio Usa e occidentale sul mondo è agli sgoccioli e che un mondo multipolare è irreversibile.

Annunci