DI ENNIO REMONDINO

https://alganews.wordpress.com/

L’ex-capo dell’Fbi sotto George W. Bush, Robert Mueller, prenderà in mano l’indagine sul Russiagate. Con una mossa a sorpresa che ha spiazzato sia il mondo politico che i media, il Dipartimento di Giustizia nomina Mueller nel ruolo di “special counselor”, una sorta di super-procuratore indipendente, per portare avanti l’indagine sulle connessioni tra l’entourage del presidente e il governo di Vladiimir Putin.
Trump si difende: “Mai chiesto a Comey di non indagare su Flynn. Il mio impeachment? Ridicolo”
“Credevo che la rimozione del direttore del Fbi fosse condivisa. Nominare un procuratore speciale per il Russiagate invece dividerà il Paese”

Una sorta di ‘sceriffo federale’ come nelle situazioni più violente e disperate del vecchio west.
Il Dipartimento di Giustizia nomina Robert Mueller nel ruolo di “special counselor”, una sorta di super-procuratore indipendente, per portare avanti l’indagine sulle connessioni tra l’entourage del presidente e il governo di Vladimir Putin.
Sembra che Trump non sarebbe stato neppure informato di questa nomina. La paternità della nomina sarebbe del viceministro della Giustizia, e di fatto la “tecno-struttura” del Dipartimento di Giustizia a firmare questo atto molto impegnativo, senza direttive dalla Casa Bianca.

CONTINUA SU:

http://www.remocontro.it/…/super-investigatore-ex-fbi-nel-…/

Annunci