DI MARTA ECCA

https://alganews.wordpress.com/

Più subdolo e pericoloso del razzismo dichiarato, c’è quello servito in salsa tollerante, a camuffare il retrogusto.

Vale per i giornali, che si prestano a riportare notizie dal taglio volutamente equivocabile.
Vale per chi denuncia di essere stata avvicinata da parcheggiatori abusivi con chiare allusioni sessuali, chiudendo con “Imparate il rispetto per le donne e per il paese che vi ospita! Siamo noi i razzisti?”

In effetti, in 32 anni di vita in Italia, non mi è mai capitato di subire espliciti riferimenti sessuali per strada o in un locale.
Tutti molto rispettosi, sì.

Non siamo noi i razzisti, no.
A noi gli “ospiti” non danno fastidio.
A casa loro.

Annunci