DI STEFANO SYLOS LABINI
Se non si trova una soluzione in fretta, Popolare Vicenza e Veneto Banca potrebbero richiedere il rientro di 30 miliardi di prestiti, una possibilità che può mettere in ginocchio migliaia di piccole e medie aziende sane che contavano su quei prestiti.
C’è il fondato sospetto che la Germania stia utilizzando con l’Italia la stessa strategia già sperimentata con la Grecia: da una parte sollecita, attraverso le autorità europee, piani di risanamento lacrime e sangue e poi si presenta con un assegno quando aziende e banche vengono messe in vendita.
La Moneta Fiscale rappresenta la possibilità più concreta e più rapida per riprendere in mano il nostro destino perché in questo modo possiamo aumentare il potere d’acquisto dell’economia evitando di chiedere denaro sui mercati finanziari.
Ma per fare questo dobbiamo liberarci dall’ideologia di sottomissione che ci rende schiavi: “Con i nostri politici corrotti e incompetenti, il debito pubblico alle stelle, la Pubblica amministrazione piena di fannulloni, non saremo mai in grado di governarci”.
Annunci