DI BEBO MORONI
.
Ammetto di essere- e mi perdoneranno i miei carissimi amici e compagni impegnati in un dibattito certamente importante- totalmente disinteressato alle diatribe a sinistra su primati e alleanze. M’interessa poco ( non nulla beninteso) il recupero dei voti di chi non votava più a sinistra per raggiungere il 5%, m’interesserebbe assai di più conoscere le proposte in campo, quelle fatte alla gente per risolvere i suoi problemi. Alla gente che non sa come pagar l’affitto, il mutuo, le bollette, la spesa, le scarpine del bimbo, i bollettini della mensa.
Per carità nessuno pensa che una formazione di sinistra alternativa al PD possa vincere le elezioni, Corbyn e Sanders non le hanno vinte, ma hanno ottenuto ( e Corbyn otterrà) risultati comunque importanti con proposte molto concrete.
Noi possiamo pure essere consapevoli che le nostre discussioni non sono seghe mentali, ma andarlo a spiegare alla signora del piano di sotto è più complicato.
C’è chi non ha proprio tempo di aspettare altri due turni per vedere, forse, una ricomposizione della sinistra, una nuova sinistra da elaborare etc.
Il risultato che la sinistra otterrà alle prossime ( a questo punto imminenti) elezioni, sarà la base di qualsiasi battaglia e qualsiasi miglioramento del pantano attuale. Altrimenti avranno vinto “loro” e forse per sempre.
Una volta ero più raffinato nei ragionamenti, ora sono molto concreto. Guardo i conti, guardo i miei figli e sono estremamente, estremamente concreto.
Annunci