DI VANNI CAPOCCIA
La telefonata di Trump allo sceicco del Qatar, nella quale si è offerto come mediatore nello scontro tra famiglie regnanti della penisola arabica, dimostra che il presidente degli Stati Uniti si muove come un caimano dell’industria.
Prima bastonate, poi l’offerta di una soluzione che prevederà sicuramente un ridimensionamento dello sceicco, ma nel contempo la sua sopravvivenza alla testa del Qatar e di buona parte dei lauti guadagni che comporta.
Però gli Stati Uniti non sono una holding industriale, ma la più grande potenza militare del mondo. E un presidente degli Usa che si muove come un elefante in mezzo a bicchieri di cristallo diventerà un problema per tutti, anche delle potentissime lobby americane.
Annunci