DI FERNANDO CANCEDDA
Commentooggi, con le immagini di un recentissimoviaggio in Sardegna, versiscritti più di vent’anni fa, ispiratialla natura selvaggia e primitivadell’isola e al fascinodelle sue tradizionipopolari. “Sardus Pater” è il nome latino attribuitodairomaniantichi a Babay, divinità locale al culto della quale era destinato il tempio di Antas (Iglesias) e veneratadaifenici col nome di Sid AddirBabay. Il coro che accompagna il brevissimo
Annunci