DI ANNA LISA MINUTILLO
Con l’arrivo   della bella stagione e delle acque più calme assistiamo sempre più frequentemente ai tentaivi di fuga dall’orrore che avvolge la vita dei migranti. Così stamani una nave militare svedese dell’assetto Frontex recante a bordo 356 migranti e otto salme è giunta nel porto di Catania.. I sopravvissuti sono stati recuperati durante le operazioni di soccorso effettuate nel Mare Mediterraneo. Secondo quanto appreso dalle prime informazioni le vittime sarebbero sei donne e due uomini. Si stanno svolgendo le operazioni di sbarco e trasferimento in altre regioni d’Italia. La squadra mobile della polizia di Stato ha avviato le indagini per identificare eventuali scafisti e le dinamiche che hanno causato la morte delle 8 persone La Procura di Catania ha aperto un’inchiesta.
Vi è stato anche uno barco a Palermo, in tutto 724 migranti a bordo della nave vos prudence di medici senza frontiere, a bordo anche la salma di un giovane migrante che non ce l’ha fatta. Molti i minori sbarcati , presente durante le operazioni anche la Caritas che come in altre occasioni non ha fatto mancare il suo aiuto.
La sensazione è quella che il numero degli sbarchi sia destinato purtroppo a crescere , causando altri morti e disperazione a chi per ironia della sorte fuggendo trova la morte ad attenderli.
Annunci