DI NELLO BALZANO

Prosegue da troppo ormai la vittoria di chi si astiene, questo è il risultato che deve preoccupare.
Chi in questi anni, scherzando con il fuoco, ha giocato a dividere, a proporsi come soluzione unica, ha delegittimato la Politica, anche con i suoi comportamenti al di là del lecito, non si rende conto del danno che sta facendo.
Spingere le persone al distacco dal voto, mettendo nel conto che comunque torna utile al risultato è la peggiore delle pratiche politiche, poco importa che sia di destra o sinistra, non sarà facile recuperare lo scontento generalizzato che fa comodo solo a chi non vuole essere disturbato e agisce contro entrambi.
A sinistra questo è il tema che dovrebbe più preoccupare, dopo anni di opposizione a livello nazionale, ma di buona amministrazione locale nel nome della solidarietà, del rendere il piú possibile i servizi vicini a chi più a bisogno, si sta assistendo ad una frammentazione ed un continuo distinguo tra questa o quella posizione minoritaria che porta gli elettori ad allontanarsi.
Non servono slogan vuoti ed irrealizzabili in un contesto così configurato, che portano a non vedere differenze l’uno con l’altro, la differenza non la fanno più i programmi la coerenza e le storie personali, ma i messaggi di divisione che mettono invece l’uno contro l’altro.
Si è toccato il fondo ormai, nessuno partecipa alla vita politica con entusiasmo ed orgoglio, sono spariti i luoghi fisici di confronto e discussione, sono spariti i partiti, diventati ormai solo comitati elettorali da mettere in azione nei momenti opportuni, ed in una crisi sempre più profonda anche pochi euro di diaria diventano una opportunitá, allora non sorprende più vedere l’utilizzo di giovani per richiamare, di volti nuovi e sorridenti, ma che nulla hanno a che fare con ciò che si deve realizzare, l’importante è racimolare quella manciata di voti che diventano fondamentali, quando i numeri dei partecipanti si riducono sempre di più.
Questa è l’analisi politica a mio giudizio più seria da discutere, non si riuscirà mai a governare bene quando chi devi servire non ti considera ed arriva addirittura ad odiarti personalmente.
Perché i numeri sono importanti e se chi vince non riesce a convincere e coinvolgere anche nella critica, chi non lo ha votato e chi non ha votato, che insieme rappresentano la stragrande maggioranza assoluta, non va avanti, anzi peggiora la situazione.

Risultati immagini per PROSEGUE DA TROPPO TEMPO LA VITTORIA DI CHI SI ASTIENE SUL VOTO

Annunci