DI CHIARA FARIGU

Ammonta a un morto e 10 feriti il bilancio, ancora provvisorio, in seguito al sisma che ha colpito ieri pomeriggio le isole di Lesbo e Chio. L’epicentro è stato registrato nel mare Egeo a 10 km di profondità a pochi chilometri dalla cittadina di Plomari. Il terremoto, la cui magnitudo è stata di 6.3 della scala Richter, avvertito fino alla costa occidentale della Turchia, ha provocato numerosi danni e crolli di case e di edifici in oltre 12 villaggi, lasciando senza un tetto circa 800 persone.

Alla prima scossa delle 14,30 ne sono seguite altre, meno violente ma altrettanto significative nelle ore successive. La Protezione Civile ha disposto da subito l’invio di tenso-strutture per ospitare quanti sono rimasti senza casa.
A Lesbo, una delle isole simbolo per le vacanze di turisti di tutto il mondo è stato dichiarato lo stato di emergenza

L'immagine può contenere: 1 persona, spazio all'aperto e natura

Annunci