DI GIANFRANCO MICALI
Non ricordo, e non mi importa di sapere, quali programmi o film fossero contrapposti alcune sere fa al magnifico “Stanotte a Venezia” di Alberto Angela, ma il fatto che cinque milioni di telespettatori(il 25 per cento di share) si siano sintonizzati su Rai uno dimostra che i tanto criticati italiani sono in realtà affamati di cultura e buon gusto. Due aspetti normalmente sottovalutati da chi paghiamo col nostro canone per dirigere i palinsesti Rai, tutti intenti ad inseguire e combattere le tendenze Mediaset.
D’altronde è già confermato che noi continueremo a remunerare profumatamente Vespa e Fazio, disponibilissimi ospiti della politica dominante, mentre proprio il contratto di Alberto Angela è ancora quello in discussione.

Annunci