DI MASSIMO WERTMULLER

Si può ben dire che non c’è niente di più ferocemente, stronzamente, stupidamente sbagliato che negare ad un piccolo con la pelle più scura, che è nato qua, che ha studiato o studierà qua, di diventare italiano. Tra l’altro è facile che siano pure figli di un dolore, di una fuga da proprie case e da proprie terre, quindi con le radici già tagliate alle spalle. “Sto paese secondo me non sta messo benissimo, ma potrebbe andare peggio…no, non ” potrebbe piovere”, perché già diluvia da mo’, ma potrebbe essere governato dalla lega. Non che, a mio avviso, Gasparri, Brunetta o Razzi siano così meglio eh, ma quelli che sono i primi a dimenticare che il loro unico merito è il fatto che loro sono nati qui e quei profughi che cercano riparo o una parvenza di vita, e che affrontano persino la morte per un embrione di speranza, sono invece nati da un’altra parte(non parlo certo, quindi, di chi delinque, di chi non vuol seguire norme condivise da una comunità che ha trovato qui, venendo qui, e che va perseguito, ci mancherebbe).Una parte del mondo molto più faticosa. Si correrà poi ad approvare la nuova legge sulla legittima difesa, legittimata da un bel cannone in mano (non quello che se fuma) e la libertà di sparare pure alle spalle in lunga attesa, invece, della legge sul testamento biologico,che sarebbe un bel passo verso la civiltà evviva!

Risultati immagini per IUS SOLI, TESTAMENTO BIOLOGICO BUONI PASSI VERSO LA CIVILTA'

Annunci